Follie d’estate Culture e teatri da vivere

Il progetto “Follie d’Estate” (residenze teatrali all’interno del Parco di San Giovanni) è stato presentato in occasione della conferenza stampa, lunedì 20 luglio in Sala Giunta della Provincia di Trieste alla presenza della Presidente Maria Teresa Bassa Poropat, di Alessandro Metz (cooperativa La Collina) e Alessandro Mizzi (consulente artistico del progetto).
Durante la conferenza, la Presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, Alessandro Metz amministratore de La Collina cooperativa sociale e Alessandro Mizzi, in qualità di consulente artistico dell’iniziativa, hanno presentato il programma della manifestazione sostenuta dalla Provincia di Trieste grazie al bando Valorizzazione della cultura del territorio e dei suoi siti di pregio.
Follie d’Estate (www.folliedestate.wordpress.com), progetto ideato dalla cooperativa sociale La Collina, prende corpo e vita anche grazie ai numerosi e qualificati partner, le cooperative sociali Reset e A.M.I.Co, le Associazioni di volontariato Luna e L’altra, ALT, Terrasophia e il Club Zyp; l’associazione Interferenze assieme a Radio Fragola, l’Arci di Trieste, l’Associazione sportiva di volontariato Samarcanda e l’Associazione teatrale L’Accademia della Follia.
Follie d’Estate è un format innovativo e sperimentale di residenzialità teatrale che si svolgerà all’interno del Parco di San Giovanni a Trieste nei mesi di luglio e agosto. Inserendosi con una chiara, propria e definita identità all’interno del cartellone della seconda edizione del Lunatico Festival, il format si sviluppa in alcuni percorsi durante i quali, una serie di attori/insegnanti di livello nazionale insieme ad artisti locali e cittadini che afferiscono ai servizi territoriali, scelgono il Parco per allestire la fase iniziale o finale di un loro progetto artistico.
Percorsi di scrittura, laboratori teatrali, studi di drammaturgia in residenza con allestimenti finali, popoleranno il Parco di attori, scrittori, docenti, partecipanti professionisti o semplici amatori. Iniziative aperte all’intera cittadinanza che vi può partecipare attivamente o seguirne dal vivo tutto il processo creativo.

Il primo percorso di residenza teatrale intitolato IL COMUNISMO. OVVERO UN LABORATORIO DI TEATRO” (a cura di Ivan Zerbinati e della compagnia AstorriTintinelli di Milano) si è svolto dal 22 luglio al 28 luglio presso lo Spazio Villas (Parco di San Giovanni).

Il secondo percorso di residenza teatrale “Manuale per non scrivere un libro con pubblicazione finale inizia il 30 luglio. Il corso sarà tenuto da Pino Roveredo, scrittore vincitore del premio Campiello nel 2005, e Stefano Dongetti del Pupkin Kabarett e si svolgerà lungo quattro date: 30 luglio, 13 agosto, 20 agosto e 27 agosto.

 

Gli incontri inizieranno alle 18 e si svolgeranno nel Parco San Giovanni di Trieste, presso l’ex Spazio Villas in via de pastrovich 5. Il corso è aperto a un massimo di 20 partecipanti, gli interessati possono prenotarsi o chiedere informazioni al numero 040 54659 in orario 9.30 – 13.00, oppure scrivere a folliedestate@lacollina.org.

Per maggiori informazioniFollie d’estate Culture e teatri da vivere https://folliedestate.wordpress.com/

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>