Spostamenti 2012

 

 

L’associazione culturale Arci Trieste, nella sua programmazione culturale-musicale, ha deciso di dare vita a una rassegna di sei serate unite da un unico filo conduttore: il tema del viaggio. Il progetto, dal nome SpostaMenti, ne fa intuire il tema: viaggi dunque, intesi come scoperta del vicino e del lontano, come crescita e arricchimento personale di ogni individuo, ma non solo. La rassegna si propone di esplorare attraverso le parole e le note lo spostamento inteso come viaggio ed incontro di usi e costumi diversi, di culture diverse e dell’altro ed al contempo di evidenziare la potenzialità della permeabilità tra diverse culture presenti in una città di confine come Trieste, nella quale il fenomeno dell’immigrazione ha dato vita a forti comunità. Tra gli obiettivi della rassegna, e più in generale dell’associazione stessa, vi è l’integrazione e la convivenza interculturale delle comunità.

Nella realizzazione di tali obiettivi e potenzialità degli intrecci e contrasti interculturali presenti sul territorio, l’associazione Arci Trieste e Consorzio Scenico – un’emergente compagnia di giovani attori professionisti di teatro del Friuli Venezia Giulia, hanno deciso di collaborare dando vita al suddetto percorso culturale dando risalto ai contrasti, al diverso, alle parole e alle note per dare spazio di espressione e creatività giovanile in modo alternativo. “SpostaMenti” ha accompagnato e accompagnerà la cittadinanza a cui è rivolta – un pubblico variegato quanto lo sono gli spettacoli proposti, sia per età che per origine etnico-culturale –, fino alla fine del corrente anno con un calendario caleidoscopico:

14/04: Galeb & the Seagull, musica e canzoni del mondo, due giovani artisti raccontano i loro viaggi attraverso la musica.

28/04: Bilal, lettura di testi di Fabrizio Gatti, il dramma quotidiano di un’immigrazione raccontato da un giornalista che l’ha vissuto dall’interno, e messo in scena realisticamente da Consorzio Scenico, riproponendo in maniera diretta le situazioni emotive e materiali vissute dai protagonisti del viaggio.

23/09: Reading contest: testi di Luca Ravenna, diplomato come sceneggiatore al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, messi in scena da Consorzio Scenico in una sfida teatrale tra gli attori in tre round:

“Solo Epistole” – vaniloquio esistenziale nell’epoca della comunicazione digitale in cui la carta bianca delle lettere d’amore lascia lo spazio alla luminosità degli schermi dei computer e al buio che spesso i rapporti telematici portano con se trasformandoli in non-relazioni e dove la felicità o la tristezza dipendono da un “Mi Piace” o da un invito a un social network.

“Solo Didascalie” – Pietro e Laura / radiocronaca tragironica di un incontro e di uno scontro: lo scontro tra uomo e donna, ma soprattutto lo scontro all’interno di un uomo tra il suo lato oscuro e la sua comprensione verso il mondo femminile così lontano da lui.


“Monologo Politico” – 80% di come lo dici. 10% di quello che dici. Il resto sono le pause.

Brillante monologo, meraviglioso non-sense ma anche tristemente veritiero, di un giovane politico che durante una campagna elettorale riesce a parlare di tutto non dicendo nulla!
Una capacità magistrale di dire “Nero!” facendo credere di sostenere anche il “Bianco”, alludere a un gruppo di Noi contro i Loro.

21/10: Il viaggio di un senegalese a Trieste. Di Mudu aw Zikroulah wade feat Tiziano Bole e Alessandro Petrussa. Un incontro musicale tra la cultura senegalese, le sue tradizioni e la cultura italiana, messo in scena con perfetta sintonia dagli artisti attraverso le note chiaroscure e i ritmi coinvolgenti della voce, della chitarra e delle percussioni.

Appuntamenti a seguire:

18/11: Ovvie Considerazioni, studio sulla violenza di genere. Una tematica oscura, troppe volte taciuta affrontata con tatto attraverso il teatro.

28/12: Sconcerto SoS: Sopravvissuti oltre soglia. Buffet di parole e note, riflessioni in musica sul mondo odierno.

Promotori e realizzatori del progetto:

Arci Nuova Associazione Comitato territoriale di Trieste: un’associazione di promozione sociale, che opera dal 1987 sul territorio come rete sociale e punto di aggregazione e partecipazione della cittadinanza attiva attraverso i circoli e associazioni culturali, e promuove valori etici di solidarietà, tolleranza, integrazione etnica e interculturale, lotta contro l’emarginazione sociale e il razzismo.

La rassegna è realizzata in collaborazione con il circolo L’Officina, che promuove e condivide i principi dell’Arci attraverso le sue attività e come luogo di aggregazione socio-culturale.

Consorzio Scenico: un’iniziativa che risponde alla necessità di sei giovani attori professionisti della regione FVG di trovare uno spazio espressivo indipendente e creare nuove proposte per arricchire il panorama culturale.

Il progetto SpostaMenti gode del patrocinio e del contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, assessorato alle Politiche giovanili.

http://www.tempo-reale.net/numero-07/

You may also like...